Chi cerca un pattern su Ravelry ne trova anche troppi! ;)

Siccome il mio Shift of Focus è in dirittura d’arrivo (ho iniziato ieri sera la seconda manica!) sono alla ricerca del prossimo progetto.
Dopo un periodo in cui non ho fatto altro che sfornare scialli, ora che finalmente ho ripreso a fare maglioni ovviamente vorrei avviarne alemeno un centinaio. Classico!

Idealmente ho creato una lista di caratteristiche per aiutarmi a scegliere il cardigan perfetto, per ricordarmi che, a volte, non è sufficiente che un modello mi piaccia per poi utilizzarlo. Per esempio adoro i cardigan da portare aperti o anche solo con uno o due bottoni, ma poi finisce che non li uso perchè io sono freddolosa e il mio ufficio è gelido e restano quindi un po’ tristi nell’amadio. ;) La stessa cosa vale per i maglioni con le maniche corte.

Quindi ecco i punti essenziali: maniche lunghe o al massimo a 3/4; abbottonabile; adatto sia a jeans/pantaloni che gonne; costruzione in un pezzo unico, top-down o bottom up; non troppo complicato, devo potermi ricordare facilmente cosa fare e quando; no a ferri misura Barbie; realizzabile con filato già presente nello stash; ancora meglio se si tratta di un modello già acquistato o presente in libri o riviste in mio possesso.

Benchè queste caratteristiche ristringano decisamente il numero dei possibili candidati mi sono comunque persa su Ravelry e mi ritrovo con fin troppi modelli tra cui scegliere. Per il momento questi sono quelli che mi attirano di più:

Fairwind by Cecily Glowik MacDonald

I bottoni in questo modello arrivano solo fin sotto al seno, ma mi sembra comunque un ottimo compromesso. Potrei comunque aggiungere dei bottoni o indossarlo con uno strato in più sotto. Mi piace molto il semplice motivo lace del collo e del corpo. Abbastanza elegante da portare con una gonna ma comunque adatto ai pantaloni. Sto cercando di immaginarmelo in nero, non vorrei che il motivo lace non si vedesse più. Ma potrei avere il filato giusto da lavorare con i ferri del 5 e sarebbe anche un progetto veloce!

Cardigan con motivo lace nel collo e nel corpo

Fairwind by Cecily Glowik MacDonald

Chalet by Cecily Glowik MacDonald

Mi sono innamorata di questo semplice cardigan con scollo a V. Credo non farei le tasche, non mi convincono molto. E sicuramente allungherei un po’ il corpo. In inverno i dolcevita sono la mia seconda pelle e questo modello serebbe perfetto. Mi piacerebbe inoltre provare la tecnica delle spalle set-in, non l’ho mai provata prima e sono curiosa.

Cardigan con scollo a V e tasche con trecce

Chalet by Cecily Glowik MacDonald

River Crossing by Cecily Glowik MacDonald

Lo avevo già detto si che mi piace molto lo stile di Cecily? ;) Questo modello fa parte del primo libro pubblicato da Cecily, Landing. Anche questo modello è molto semplice, interamente a maglia rasata a parte il bordo dello scollo. Probabilmente aggiungerei bottoni fino in fondo e sicuramente allungherei il corpo. Ultimamente preferisco maglioni che mi coprano bene i fianchi. ;) Dovrei avere del filato verde che potrebbe andare bene….

Cardigan a maglia rasata con bordo a "canestro"

Rivercrossing by Cecily Glowik MacDonald

Before Dark by Veera Valimaki

Modello doppio petto con bordo a legaccio. mmmhhh quanto mi piace il legaccio! ;D Pensavo che potrei farlo con la Loden della Grignasco, ne ho parecchi gomitoli in marrone. Ovviamente anche in questo caso allungherei il corpo, ma per il resto mi sembra perfetto.

Cardigan doppio petto a maglia rasata con bordo a legaccio

Before Dark by Veera Valimaki

Egg Nog by Thea Colman

Questo modello non ha bottoni, ma i due davanti si possono sovrapporre e fermare con una spilla. Avrei anche già la spilla perfetta, acquistata a Londra e mai usata. Non sono sicura di avere il filato giusto però. Lo stile mi piace molto, mi sembra più indicato per jeans e pantaloni che gonne ma potrei comunque fare un’eccezione. Questo genere di cardigan è andato per la maggiore lo scorso inverno, molte designer hanno creato la propria versione, quello di Thea di ha colpito più di tutti.

Cardigan aperto davanti

Egg Nog by Thea Colman

Vi dico già che sarei potuta andare avanti con altri 5 o 6 modelli ma poi veramente la scelta sarebbe impossibile. ;) Ognuno dei modelli elencati mi piace per un motivo diverso, ognugno mi sembra portabile e sfruttabile al 100% sia in ufficio che per un’uscita. Probabilmente il vincitore finale sarà deciso dal mio stash, in quanto le parole d’ordine ultimamente sono yarndiet e destash! Ho bisogno di creare spazio e di eliminare assolutamente un po’ di lana.
Per il momento è da fine luglio/inizio agosto che non compro lana. Se riuscissi a resistere ancora un paio di mesi poi potrei premiarmi con un giretto in Sesia e Grignasco. ;)

Stasera se riesco dopo la palestra mi tuffo nello stash e poi deciderò. A voi quale piace di più?