Ebbene si, un altro scialle sui ferri!

Sembra incredibile anche a me, ma ho già avviato un altro scialle. Erano un paio di giorni che continuavo a sbirciare matassine su vari negozi online, mi ero quasi decisa a comprare quando all’improvviso mi sono venuti in mente gli acquisti fatti a Londra a fine febbraio! Si lo so cosa state pensando, ma come si fa a dimenticarsene?? Eh, non lo so nemmeno io, sarà il trasloco imminente… :P

Ho così deciso di usare le matasse acquistate da Loop (appena recupero le foto dall’amica che è venuta con me preparerò un post dedicato) prima di fare nuovi acquisti (per il momento). Così, tentendo tra le mani una matassa di Handmaiden Casbah Sock (qui ci sta un aumento di salivazione) mi sono messa alla ricerca del progetto perfetto da realizzare.

Matassa di Handmaiden Casbah Sock

Handmaiden Casbah Sock

Inizialmente pensavo di provare a realizzare uno scialle con un motivo mio, ma la pigrizia ha vinto e ho spulciato per ore Ravelry.
Cercavo qualcosa di semplice, il filato ha un colore stupendo, molto mio, con sfumature accese e non volevo che si perdessero in un motivo troppo complicato.
Così alla fine mi sono decisa a realizzare Theolie di Katie White.

Si tratta di uno scialle dalla forma leggermente arrotondata (caratteristica diventata fondamentale per me al momento, non chiedetemi il perchè: non lo so nemmeno io), lavorato a maglia legaccio con una tensione molto morbida con un semplicissimo motivo lace al bordo. Perfetto per far risaltare al meglio il colore così particolare. Tra l’altro non sono ancora riuscita a catturare il colore in foto. Viene o troppo sul verde o troppo sul blu, in realtà è una via di mezzo tra questi due colori, è così intenso, così ricco… da perdere la testa! ;)

Primo piano maglia legaccio

Dettaglio del mio Theolie

Il lavoro è così semplice, la maglia legaccio è terapeutica e soprattutto in questi giorni in cui sono particolarmente stanca è perfetta per i miei neuroni che andrebbero volentieri in letargo. Non vedo l’ora di finirlo per poterlo sfoggiare.

E ovviamente sto già pensando di comprare altre matasse di Handmaiden Casbah Sock. Il filato è un 80% Merino con un 10% di Cashemere, che lo rende morbidissmo, e un 10% di Nylon che lo rende più resistente e utilizzabile anche per calzini. Il costo non è proprio economico ma, se si considera che una matassa o al massimo due, dipende dalle dimensioni che si vuole ottenete, sono sufficienti per uno scialle, si tratta comunque di una spesa che mi sento di affrontare.

Schema originale