Dopo molto rimuginare, ho finalmente preso una decisione.

Ho deciso di non disfare la parte di Beatnik e di continuare invece a lavorare, iniziando immediatamente le diminuzioni.
Prendendo nota del punto esatto in cui iniziavo a farle, in modo da poter lavorare nello stesso modo anche il davanti.

Nella foto qui sotto vedere dove mi ero fermata a lavorare domenica. Avrei voluto postarla ieri, ma grazie al blackout Blackberry non sono riuscita ad estrarre la foto dal telefono.

Beatnik, dettaglio avanzamento lavoro

Comunque, già solo per il fatto di aver preso una decisione mi sono sentita meglio, sollevata da un peso. E ieri sera dopo la palestra mi sono posizionata sulla mia poltrona preferita e via di diritto, rovescio, treccia doppia, tripla!
Mi sono sentita talmente presa bene dal lavoro, nel vedere le trecce che prendevano vita, che non volevo più smettere di sferruzzare. Cosa che peraltro non mi succedeva da un po’, di solito dopo la palestra sono ko nel giro di un’ora al massimo.
Ieri sera sono andata avanti a lavorare fino a mezzanotte e mezza e ho smesso solo perchè sapevo che altrimenti stamattina non mi sarei mai alzata.

Dettaglio lavoro in corso pullover Beatnik, secondo ripetizione charts

Ma d’altronde dal tunnel della treccia non mi aspettavo niente di meno. ;)

Grazie per i vostri consigli di ieri, in particolare ha influito quello di Daniela che ha già lavorato il Beatnik, guardate che bello!
Non vedo l’ora che il mio sia pronto per essere indossato!