L’autunno è arrivato, le giornate si accorciano, le foglie iniziano a cadere, l’aria è più fresca ed è tempo di nuovi video su Yards of Yarn!

Nel video di oggi vi mostro come realizzare il Picot cast-on, chiamato in italiano bordo a festoncino.

Si tratta di un avvio un po’ particolare che, grazie ad una sequenza di punti avviati, lavorati e chiusi, ci permette di avere un bordo dentellato, perfetto per abbellire i nostri lavori, con un effetto un po’ baby che a volte non guasta.

Io l’ho imparato per realizzare il Laar, bellissimo modello di Gudrun Johnston, finito ormai da mesi e che non vedo l’ora di indossare.
Spesso lo si utilizza per il bordo di calzini, ma ovviamente anche di cardigan o pullover.

Il numero di punti da avviare e chiudere dipende anche dall’effetto che vogliamo avere, più o meno fitto.

Spesso si avviano 5 maglie e se ne chiudono 2, ma mi è comunque capitato di avviare anche 3 o 4 maglie e di chiuderne sempre 2, come nel video.

Provate a sperimentare un po’ per trovare la soluzione più adatta al lavoro per il quale vorreste utilizzare il Picot Cast-on.

Si inizia realizzando un’asola che poi viene appoggiata sul ferro sinistro. Si infila il ferro destro dentro all’asola e si pesca il filo e si mette il nuovo punto così creato sul ferro sinistro. Si continua sempre infilando il ferro destro nel punto appena realizzato per pescarne un altro (questo avvio si chiama Knitted Cast-on, una variazione del cable cast-on), finchè non abbiamo sul ferro i punti necessari (3, 4 o 5), quindi lavoriamo a diritto 2 punti, ne chiudiamo uno, lavoriamo un altro diritto, chiudiamo un’altra maglia, riportiamo il punto dal ferro destro al sinistro e ricominciamo da capo. Si prosegue con questi passaggi finchè sui ferri non c’è il numero di maglie necessarie.

La descrizione può sembrare un po’ macchinosa ma in realtà è molto semplice, occorre solo stare attenti a ricordarsi quanti punti sono già stati avviati e a non chiuderne troppi. ;)