Ho atteso Little Red in the City con la stessa trepidazione con cui da bambina aspettavo la sera di Natale! ;D

E nonostante l’attesa sia stata piuttosto lunga (ho preordinato il libro appena è stato possibile farlo a dicembre 2010), vi assicuro che ne è valsa la pena.

Non penso che Ysolda abbia bisogno di presentazioni, credo che sia una delle designer più famose nel mondo della maglia e la sua fama è più che meritata.

Ma se per caso non avete presente il suo stile e volete dare un occhio ai suoi modelli, sulla sua pagina di Ravelry trovate tutto. E per uno sguardo più da vicino alla sua vita fatevi un giro sul suo blog.

Little Red in the City raccoglie 7 schemi tra cardigan e pullover, uno più bello dell’altro. Non sto nemmeno a dirvi che ovviamente io li vorrei fare tutti.

La peculiarità di questo libro credo però risieda nella prima parte, una sorta di introduzione intensiva al lavoro a maglia, nella quale Ysolda fornisce tutti gli strumenti necessari alla vera personalizzazione dei modelli in modo che, a seconda della forma del nostro corpo, sia possibile ottenere capi dalla vestibilità perfetta, che si adattino alle nostre forme e le esaltino.

Partendo dalla realizzazione dei campioni (obbligatoria per ottenere un capo finito perfetto), passando dalla scelta della taglia giusta, dalle modifiche da apportare ad un dato modello (con tanto di calcoli), fino al bloccaggio, le pagine del libro sono fitte di informazioni utili, indispensabili, fondamentali per essere sempre soddisfatte del prodotto finito.

Inoltre, Ysolda ci fornisce anche trucchi e segreti su alcune tecniche fondamentali (short rows o ferri accorciati, avvio provvisorio, asole).
Insomma, Little Red in the City rappresenta per me una vera e proprio bibbia del lavoro a maglia, fondamentale in ogni libreria di sferruzatrice desiderosa di non dover seguire per forza passo passo le istruzioni di uno schema, di rendersi più indipendente.

Ce l’ho da qualche settimana ed è già diventato il mio libro preferito!

Stavo dimenticando di dirvi che un’altro aspetto interessante del libro è l’ampiezza delle taglie per le quali sono fornite le istruzioni. Abbiamo la possibilità di scegliere tra ben 16 taglie differenti, dalla 76 alla 153 (misure del busto in cm). Con tutti i consigli e le istruzioni su come poi adattare i modelli su di noi è impossibile non ottenere capi perfetti.

Ovviamente, come per tutti i lavori di Ysolda, le foto, la grafica e lo stile sono curatissimi. Contribuendo a rendere Little Red un libro speciale.

Ecco, credo di aver detto tutto a grandi linee. Volendo potrei andare avanti all’inifinito a tessere le lodi di questo libro, ma penso sia giusto lasciar parlare i modelli.

Ogni modello ha la sua peculiarità e, nello stile di Ysolda, anche le costruzioni sono sempre interessanti, una volta realizzato uno dei suoi modelli è garantito l’aver appreso qualche tecnica nuova.

Se volete acquistarlo potete farlo direttamente su Ravelry, scegliendo tra versione cartacea o solo in pdf, oppure anche su Amazon.