Non credo sia necessario spiegarvi quanto sia critica la situazione in Giappone nelle aree colpite dallo tsunami venerdì scorso.
Ho passato gli ultimi giorni attaccata a internet cercando più informazioni possibili. Abbiamo amici che vivono là, per fortuna non nelle aree più colpite, ma purtroppo nel caso di ulteriori problemi ai reattori di Fukushima la distanza è secondo me un fattore relativo.

La voglia di aiutare almeno economicamente, per quello che le mie tasche possono permettersi, è forte. Vi segnalo quindi il sito di Olga, designer di schemi per lavori a maglia che vive in Giappone e che tramite la base militare in cui vive provvederà ad inviare aiuti nelle zone più bisognose.
Per contribuire è sufficiente acquistare uno dei suoi schemi, l’85% del ricavato sarò utilizzato per acquistare viveri e beni di prima necessità o volendo si può spontaneamente donare qualcosa.
Vi lascio il link al suo blog e alla sua pagina su Ravelry.

P.S. Editato per aggiungere le foto, ieri il blog faceva i capricci…