Se penso ai progetti realizzati nell’ultimo anno mi rendo conto di aver imparato veramente tantissime tecniche nuove.
Sono convinta che ogni progetto realizzato aumenti la nostra esperienza anche al di là delle tecniche impiegate, anche solo per il fatto che più lavoriamo a maglia o a uncinetto più diventiamo veloci.

Ma se devo scegliere quali patterns mi abbiano insegnato di più, sono due quelli a cui penso immediatamente: Moch Cardi di Gudrun Johnston e Coraline di Ysolda Teague. E credo sappiate già che queste due designers sono le mie preferite!

If I think to the projects done in the last year I realize that I really learned a lot of new techniques.
Every pattern teaches us something new, apart from the actual techniques we may use every projects we knit or crochet help us become faster.

But if I have to say from which patterns I learned the most there are 2 that immediately come to my mind: Moch Cardi by Gudrun Johnston and Coraline by Ysolda Teague. And I think you know that Gudrun and Ysolda are my most favourite designers.

Prima di realizzare il Moch Cardi avevo lavorato solo seguendo la tecnica del top-down, che probabilmente rimane la mia preferita, ma era un po’ che volevo provare il bottom-up e alla fine sono riuscita a farcela! Non è un metodo particolarmente difficile, ma ero comunque un po’ preoccupata del momento in cui si attacano le maniche al corpo… Ma dopo qualche tentativo ce l’ho fatta! E ritengo che non sia assolutamente difficile.
Semplicemente il bottom-up richiede più attenzione nel momento in cui si pianifica il lavoro, dato che non si può provare il lavoro man mano che avanza come nel caso del top-down.
Inoltre questo è stato il mio primo cardigan con lo sprone chiamato Yoke. In questo caso le diminuzioni invece che essere concentrate in 4 punti come nel raglan sono distribuite in modo uniforme sul totale delle maglie.
Mi piace tutto di questo cardigan e lo metto spessissimo!

Before the Moch Cardi I only knew how to knit cardigans from the top-down, which probably remains my go-to technique for garments, but then I decided to try the bottom-up costruction and surprise! I can actually knit from the bottom-up too! It’s not really a difficult way of knitting cardigans, but you know, I was a bit worried about the part where you have to attach the sleeves to the body. I had to try a couple of times but in the end I managed it. And I think it’s not difficult at all.
Bottom-up requires a bit more planning than top-down. You have to decide before casting on which size to knit as you can’t try the cardigan or sweater while knitting it as you can do with top-down.
This was my first yoked cardigans too. With yoked cardigans the decreases are not placed only in 4 points as in raglan cardigans, but you have them evenly ditributed over a round.
I love every little details of this cardigans and I still wear it a lot.

Figura intera

Il Coraline è un altro cardigan realizzato con la costruzione bottom-up. Credo non ci sia bisogno di ricordarvi quanto gli schemi di Ysolda siano perfetti sotto ogni aspetto, dalle taglie disponibili alle istruzioni.
Era la prima volta che utilizzavo dei ferri del 3,5 e pensavo che non sarei mai riuscita a terminarlo. Invece la voglia di indossarlo era tanta che mi sono concentrata a sferruzzare solo questo progetto finchè non l’ho finito.
Ho imparato veramente tanto da questo lavoro. Grazie al Coraline ho imparato come fare il bordo chiamato turned hem, un bordo con I-cord incorporato, la chiusura con I-cord, ho imparato a realizzare il motivo detto smocked e come può fare un bell’effetto usare un I-cord per il bordo delle maniche.
Credo quindi di poter dire che mi sia stato utilissimo realizzare il mio Coraline e ovviamente lo adoro e lo indosso appena posso.

Coraline is another bottom up. I think there’s no need to tell you how Ysolda’s patterns are perfect in every part, from sizing to instructions.
It was the first time I used 3.5mm needles to knit a garment and I thought I was never going to finish it. Instead I so wanted to wear my Coraline that I practically only worked on it was ready to wear.
It’s incredible how much I learned from this project. I learned how to do a turned hem, an I-cord edge, an I-cord bind off, how to smock, how it can give a really nice effect to the sleeve using an I-cord for the sleeves edges.
I guess I can really say it has been really useful knitting my Coraline, and of course I really love it and wear it really often.

Figura intera

Ovviamente la lista delle tecniche che voglio imparare è infinita, in testa ci sono Fair Isle e intarsia. Ce la farò??

Of course there still are tons of techniques I’d like to learn, firsts on the list are Fair Isle and Intarsia. Will I be able to master them??

Day Post

Design originale