Come l’anno scorso, anche quest’anno Eskimini Knits organizza la Knitting and Crochet Blog Week.
Questa seconda edizione si svolgerà dal 28 marzo al 3 aprile e ho deciso di partecipare!

In pratica si tratta di una settimana durante la quale i/le bloggers che decidono di partecipare posteranno una volta al giorno (ce la posso fare???) su tematiche riguardanti il mondo del lavoro a maglia e dell’uncinetto. Si può scegliere di sapere in anticipo gli argomenti da trattare, per eventualmente potersi organizzare, oppure si può partecipare a scatola chiusa e sapere gli argomenti giorno per giorno.

L’anno scorso mi sono limitata a leggere su alcuni blog che seguo i post dedicati, ma quest’anno ho deciso di partecipare attivamente, anche per riprendermi un po’ dopo i mesi i prolungato silenzio. ^_^’
Credo che per dar modo anche agli altri bloggers che partecipano alla settimana di capire i post che pubblicherò, questi saranno sia in italiano che in inglese.

Mi chiedevo se magari qualche altra sferruzzatrice o maga dell’uncinetto potesse voler partecipare e siccome non tutti parlano inglese e siccome come idea di base Yards of Yarn cerca di aiutare il mondo della maglia in Italia ho deciso di tradurre le linee guida della settimana! (prendendo spunto anche da Knit Spirit che ha fatto la traduzione in francese)

Si tratta di una settimana durante la quale le bloggers che partecipano postano sui propri blog parlando in contemporanea dello stesso argomento, dando modo a chi legge di passare da un blog all’altro e di leggere le diverse sfaccettature che hanno per ognugno di noi il mondo dello sferruzzo e dell’uncinetto.

Knitting and Crochet Blog Week 2011

Come partecipare

Ovviamente la settimana è aperta a tutti coloro che vogliono partecipare. Per farlo è sufficiente postare durante la settimana il vostro pensiero sull’argomento del giorno. Gli argomenti riguardano la nostra passione, le nostre capacità, le nostre esperienze nel mondo della maglia o dell’uncinetto. Eventualmente c’è anche un argomento joker nel caso in cui uno degli argomenti possa non piacerci o non interessarci.
Come dicevo Eskimimi ha già stilato la lista degli argomenti, se volete leggerli proseguite, altrimenti fermatevi qui! ;)

Primo giorno: 28 marzo.
La storia di due lane

I filati hanno un ruolo importante nella nostra passione. Scegliete due filati che avete utilizzato, sono nel vostro stash o che desiderate ardentemente e parlate del perchè li amate o odiate.

Suggerimento: può essere una buona idea scegliere una lana che avete amto e una che invece non vi è piaciuta. non è necessario criticare i filati se non ve la sentite di farlo, ma può eseere interessante ananlizzare perchè un dato filato non ha funzionato per un progetto o di come siete arrivate a comprendere come scegliere il filato giusto per il progetto giusto o di come amate sperimentare e mescolare più filati.

Secondo giorno: 29 marzo.
Conoscenze +1UP

Tornate indietro di un anno e fate un confronto delle conoscenze tecniche che avete oggi rispetto a quelle di un anno fa. Avete acquisito nuove conoscenze? (non sapevate nemmeno dell’esistenza di una cosa chiamata uncinetto/ferri e ora invece siete delle schegge? Avete iniziato un lavoro all’Entrelac?)
Non vergognatevi di ammettere i progressi fatti. Se possibile includete foto dei progetti grazie ai quali avete acquisito nuove conoscenze.

Terzo Giorno: 30 marzo.
Mente ordinata, punti ordinati

Come tenete sotto controllo il vostro stash? Potrebbe sembrare una domanda di facile risposta, ma in realtà l’organizzazione può avere diverse sfaccettature. Ma magari non siete affatto organizzate, in questo caso vi sfido a fare una foto del vostro stash, qualunque sia la sua posizione nella vostra casa.
Invece, se siete organizzate parlate di un aspetto del vostro processo organizzativo, sia che si tratti di una borsa da lavoro particolarmente ordinata, del vostro bellissimo porta uncinetti, del vostro stash ordinato o delle vostre pagine su Ravelry dedicate a stash e progetti.

Suggerimento:molte persone quando iniziano a tenere un blog lo fanno anche per catalogare e aggiornare i progetti, tenere conto dei progressi fatti e delle conoscenze acquisite. Avevate questo in mente quando avete inziato a bloggare?

Quarto Giorno: 31 marzo.
Dove sono finiti? Che cosa è successo al vostro … ?

Scrivete di che cosa è successo ad un vostro progetto, quale è stato il suo destino? Può trattarsi di un lavoro all’uncinetto o a maglia che avete realizzato per voi o per un altra persona o che avete dato in beneficenza

Ci sono un sacco di aspetti da tenere in considerazione quando si ripensa ad un progetto passato e può dare vita a interessanti post tanto quanto quelli dedicati a nuovi progetti appena finiti. Non capita spesso di chiedersi che cosa ne è stato di quei progetti a distanza di tempo dalla loro “nascita”.

Che fine ha fatto uno dei vostri progetti? magari un oggetto è scomparso. Può essere che abbiate passato settimane a sferruzzare dei calzini a riche rosa e verdi per gli enormi piedi di vostro padre e che lui li abbia poi “persi”.
Se avete sferruzzato oggetti da donare in beneficienza, potreste riflettere sul fatto che sperate che quell’oggetto stia facendo del bene al suo possessore o alla causa per supportare la quale lo avete realizzato.

Suggerimento: questo argomento è simile a uno che è già stato utilizzato durante la prima edizione della Knitting and Crochet Week. L’intenzione è di aiutare le bloggers a riflettere sui progetti passati e fare riferimento a post e progetti passati ogni tanto.

Giorno 5: 1 aprile.
E ora qualcosa di completamente diverso

Questo è un giorno di blogging sperimentale, al fine di spingere la vostra creatività nel bloggare ai livelli di quella che magari utilizzate nei vostri lavori.
Non cè un argomento predefinito oggi (anche se potete trovare alcuni suggerimenti qui sotto), ma comunque il post di oggi dovrebbe essere divesro rispetto a quello che solitamente rapprensenta il vostro post standard.

Questo può avvenire in molti modi, ecco alcuni suggerimenti:

  • Un post fotografico, senza scritte
  • Un video
  • Un podcast
  • Un fumetto/disegno di un idea
  • Scrivete di un argomento ma da un diverso punto di vista (per esempio potreste scrivere della giornata di un calzino sferruzzato dal punto di vista del calzino stesso)
  • Danza moderna? (perchè qualcuno suggerisce sempre questa?)
  • Una poesia o un brano in rima
  • Un’animazione in stop motion

Suggerimento: il soggetto che deciderete di trattare potrebbe dipendere anche dal mezzo con cui deciderete di postare e anche per questo non c’è un argomento per questo post. Potreste parlare di un lavoro appena terminato, di un’esperienza di sferruzzo, di un viaggio al vostro negozio di fiducia o di qualsiasi altra cosa vogliate. Il punto di questo post è di far pensare le persone a come utilizzare i propri blog in modo diverso, a uscire dagli schemi.

P.S. Sì, è il primo d’aprile, divertitevi con questo post!

Giorno 6: 2 aprile.
Qualcosa a cui aspirare

C’è un modello o una tecnica che non vi siete ancora arrischiate a provare ma che sperate (o pensate di poter solo sognare?) di poter provare in futuro, vicino o lontano? C’è un progetto o una tecnica che vi lascia di stucco se pensate alla quantità di tempo, dedizione e capacità che richiede? Forse non avete nemmeno preso in considerazione di provare una data tecnica o un dato progetto ma ammirate coloro che lo hanno fatto. Magari si tratta di qualcosa che non vi interesserà mai realizzare ma ammirate i risultati di chi lo ha fatto.

Suggerimento: se pensate di aver imparato tutto quello che c’è da imparare riguardo ad una data arte allora ditelo. Forse lavorate a maglia da 30 anni ma non avete ancora imparato a fare il rovescio (molti penseranno che questo non sia possibile, ma mi è capitato di incontrare una signora sull’autobus che mi ha detto esattamente questo una volta…. forse stava seguendo la scula di E. Zimmerman un po’ troppo alla lettera?).

Giorno 7: 3 aprile
Il vostro tempo per il lavoro a maglia e all’uncinetto.

Scrivete del vostro tempo dedicato alla creatività. Quando è più probabile che lavoriate – da dole o in compagnia, guardando la TV o quando prendete l’autobus. Di che cosa vorreste circondarci mentre quando roteate il vostro uncinetto a mo’ di majorette o lavorate con i vostri ferri come se fossero un set di spade da samurai? Avete sempre qualche snack a portata di mano, o siete il tipo ” niente briciole vicino alla mia lana”.

Suggerimento: l’anno scorso abbiamo avuto un argomento che riguardava il luogo esatto in cui create, questo è simile ma non uguale.
Provate a concentrarvi su tutti i piccoli aspetti che compongono il vostro tempo dedicato allo sferruzzo. Magari ricorrete sempre al vostro CD dei Flaming Lips quando lavorate a maglia o magari invece preferite ascolare Brahms quando dovete affrontare un motivo lace particolarmente complicato o magari vi piace lavorare mentre ascoltate un audio-libro o in totale silenzio.
Magari il vostro tempo dedicato all’uncinetto non è mai completo senza una coccola dal vostro gatto.

Nel caso in cui non vi dovesse piacere uno degli argomenti potete utilizzare l’argomento jolly:

Abbellire la storia

Si possono apportare miglioramenti in diversi modi. Alcuni possono essere più che semplici effetti decorativi e avere una funzione pratica.
Parlate di un abbellimento, sia che si tratti di una verniera, di occhi per amigurumi che state tenendo da parte o che avete usato in passato per decorare un progetto. Scrivete se siete una sferruzzatrice molto minimal che ama le linee classiche o se amate abbellire i vostri lavori con qualsivoglia decorazione.

Usate questi argomenti e brevi descrizioni come una base di partenza per i vostri post e sviluppateli nel modo che preferite..
Se siete membo di Ravelry e avete voglia di chiacchierare con altri che parteciperanno a questo evento sentitevi liberi di dare un’occhiata al gruppo Blog Hub.

Posso condividere alcune delle informazioni sul mio blog mettendo un link al sito (di Eskimimi)?

Certo. Più siamo meglio è. Più saranno i partecipanti megliosarà per la Knitting and Crochet Blog week.

Posso partecipare con il mio blog in Francese/Portoghese/Giapponese/Klingon?

Certamente!

Oh no, non sarò presente durante la Blog Week, cosa posso fare??

Ovviamente la data non potrà andare bene a tutti. La data è stata scelta tramite votazione sul gruppo Blog Hub su Ravelry.
Tuttavia, non tutto è perduto. Potete preparare in anticipo i post e settare le date di pubblicazione o posticipare la vostra settimana e pubblicare i vostri post una o due (o otto) settimane più tardi.
Non ci sono regole ferree per la partecipazione. Nessuno vi inseguirà lungo la strada lanciandovi uova se pubblicherete i post quanche giorno in ritardo ristetto agli altri partecipanti.
La settimana è organizzata per far si che le persone bloggino attivamente e in modo creativo, usatela quindi nel modo che ritenete vada meglio per voi.

Come sappiamo chi partecipa? Ci sarà una lista dei blog partecipanti? Amo trovare nuovi bloggers!

L’anno scorso abbiamo utilizzato un ottimo metodo di tagging in modo che tutti i post della settimana fossero ricercabili su Google. Useremo lo stesso sistema ma con delle differenze.

Io ci sto!
Una domanda: possiamo includere nei post altri argomenti oltre a quelli giornalieri?
O devono essere incentrati su un unico argomento?

Se siete soliti parlare di altri argomenti insieme al vostro lavoro a maglia o all’uncinetto non vedo nessuna ragione per cui dovreste cambiare.
Per favore ricordate che non ci sono regole ferree per partecipare, nessuno verrà sul vostro blog a chiedere perchè vi siete permessi di parlare di ciclismo oltre che di sferruzzo! L’idea è di creare interesse nell’avere un blog, aiutare i bloggers a sentirsi a proprio agio con il proprio blog. Divertitevi!

Appena pronto pubblicherò anche la parte riguardante il sistema di tagging per i post! Che dite? Chi partecipa?
Mici