Questo è stato un weekend veramente impegnativo.

La settimana è passata veloce, ma piena di cose da fare in ufficio, di arretrati da recuperare e da smaltire. Avrei sinceramente voluto dormire tutto il weekend…. e invece no!

Venerdì subito dopo il lavoro siamo partiti per andare in Romagna per partecipare alla cresima di mio nipote. Il viaggio è durato più del previsto, traffico pioggia vento ci hanno decisamente rallentato.

Alle 22.30 probabilmente già dormivo. Avrei voluto sfogliarmi con calma il nuovo numero di Interweave Knits e invece niente, sono crollata. Comunque dopo una sfogliata veloce devo dire che non ho visto niente che mi abbia entusiasmato, ma magari con una lettura più attenta potrei trovare qualche modello interessante.

Sabato mattina sveglia prestissimo per fare un giretto al primo Salone della Creatività, tenuto presso la Fiera di Rimini. Vi racconterò poi dei miei acquisti. :)
Cercando di non naufragare (pioveva letteralmente a secchiate e la macchina ad ogni pozzanghera creava onde anomale di svariati metri di altezza) siamo rientrati e il mio pomeriggio è proseguito dalla parrucchiera, dove finalmente ho domato la mia chioma da pazza…. Per il momento sono soddisfatta, ma non li ho ancora lavati da sola, lo farò stasera, per cui si vedrà….
Mi sono anche fatta una sferruzzata mentre aspettavo che mia madre fosse sistemata. :)

Domenica è stata una giornata lunghissima: un maledettissimo tempaccio che non mi ha fatto mettere i sandalini nuovi, tantissimi bambini da cresimare (erano più di 50 O_o), una mangiata pantagruelica, finalmente il sole che fa capolino, un viaggio lunghissimo per tornare a casa…. però ho fatto guidare Dido, così io mi sono potuta dedicare al mio Citron e, se mi basta la lana, sono agli ultimi giri!

Un weekend intessissimo e bellissimo e allo stesso tempo con tanti pensieri per la testa, dubbi, perplessità…. vi capita di voler spegnere l’interruttore e chiudervi in una stanzetta? Ecco, io lo farei moooolto volentieri. Purtroppo non sempre si può, per fotuna che almeno c’è il lavoro a maglia. Quando lavoro mi estraneo da tutto e da tutti, mi rilasso e per un po’ mi dimentico di qualsiasi cosa: mi concentro solo sullo schema, conto i punti (più e più volte, ottenendo sempre un risultato diverso…), controllo quanto mi manca per la fine…. E così, anche se sono stanca un paio di ferri li lavoro sempre!

Ecco, persa nelle mie chiacchiere dimenticavo quasi di dirvi che oltre al post sul Salone della Creatività a Rimini, vi parlerò anche di un weekend sferruzzante che con Giovanna stiamo organizzando da un po’ di tempo. Come di consueto, pubblicheremo anche un nuovo tutorial per la realizzazione delle trecce senza l’uso del ferro ausiliare.

Non mi resta che augurare una buona settimana a tutte! :)