Domenica è stata veramente una bellissima giornata. Sole sole sole e amici amici amici e sferruzzo sferruzzo sferruzzo! :)

Ammetto di aver fatto un po’ la pigra la mattina e, mentre Dido è andato ad aiutare degli amici a imbottigliare del Dolcetto, io me la sono presa con calma e li ho raggiunti verso l’ora di pranzo. Abbiamo finito con il pranzare lì, insieme ad altri amici. Da ottimi padroni di casa, Aldo e Roberta avevano preparato tantissime cose deliziose e quando mi ha chiamato Giovanna per dirmi che era arrivata, dovevamo ancora affrontare il dolce… Così alla fine sono andata a prendere sia lei che Ciami e tutti insieme abbiamo finito il pranzo.
Non so se sia stato il cibo o o il vino, ma ci siamo lanciati in una serie di racconti uno più assurdo dell’altro, finendo per parlare della casa dello yeti e di creature orsiformi e mucchiformi… se ci penso mi viene ancora la ridarella. :D
Avevamo tutti le lacrime agli occhi!

Alla fine ci siamo mosse per la Piazza Ducale che erano già le le 3.30 passate. Abbiamo occupato un tavolino da Colombo, la mia pasticceria preferita e via di spalpuzzate di gomitoli scozzesi! ;)
Avevamo steso tutto sul tavolino, tanto che quando ci hanno portato le nostre bibite ho visto il cameriere un po’ interdetto. :)
La piazza era piena pienissima, complice una manifestazione delle associazioni di volontariato, e soprattutto c’era la banda! Questa ha fornito l’accompagnamento per le nostre risate e chiacchiere.
Alla fine anche Typesetter è riuscita a raggiungerci e anche lei non ha potuto non apprezzare le meraviglie della banda e della presentatrice…. ;)
Abbiamo persino dovuto trattenere Ciami che a un certo punto stava per lanciarsi in una danza sfrenata e aveva iniziato ad avanzare richieste sulle canzoni! ;)

Tutte le foto, tranne le ultime due, sono © Ciami

Ho visto Pasquale, un coniglietto mooooolto carino e anche un’occhiata al Francis di Ciami, ma così occupata com’ero a chiacchierare non gli ho potuto dedicare tante attenzioni, per cui bisognerà sicuramente ripetere l’incontro. ;)

Io avevo scelto di iniziare un nuovo progetto, ma già dal campione ho visto che non era il caso: continuavo a sbagliare la sequenza dei punti e, benchè la tensione fosse quella richiesta, il cotone una volta lavorato cedeva tantissimo. Per cui ho deciso di fare altro e credo che quel cotone avrà bisogno di un nuovo progetto. :)

Dopo aver riaccompagnato le ragazze in stazione verso le 19 sono rientrata a casa, stanca ma molto molto felice :)
Sempre più contenta di aver scelto di approfondire la mia passione per il lavoro a maglia, di acquistare compulsivamente lana, di cambiare continuamente idea sui progetti da realizzare, di sperare di realizzare progetti miei…. ma soprattutto sono felicissima per tutte le persone che mi ha permesso di conoscere, che sono diventate, stanno diventando o diventeranno mie amiche, no Ciami? :)

Direi che, come primo incontro nato per caso, è andata benissimo. L’esperimento sarà certo da ripetere, magari anche senza banda… ;)