Dati tecnici

Composizione:100% alpaca
Peso:50 gr
Lunghezza:131 yds / 120 mt
Ferri:3 / 3,5 mm

Il giudizio della redazione

  • Morbidezza9(90%)
  • Colori7(70%)
  • Piacevolezza9(90%)
  • Giudizio Finale8(80%)

Ho conosciuto ed acquistato questo filato in occasione di uno dei tanti fortunatissimi workshop presso la knit-house “Unfilodi” di Carate Brianza. Lo scopo della giornata era di creare un paio di guantini senza dita, ed i gomitoli consigliati erano di quelli morbidosi e caldi tra i quali gli Inca Cloud proposti dalla Artesano.

Devo essere sincera, ho scelto questo gomitolo su tutti perché subito mi ha colpita il colore super allegro e sgargiante. Attirata dal suo richiamo, sono stata poi definitivamente conquistata dalla sua morbidezza .

I filati al 100% alpaca di quest’azienda britannica, sono prodotti in Perù e destinati al mercato europeo, insieme ai ferri del mestiere (aghi e uncinetti) della Brittany ed alla tanto amata Manos De L’Uruguay.
Ben sette designer mettono le loro idee al servizio di questa azienda, per cui è possibile realizzare capi ispirati a questi filati grazie anche a schemi studiati ad hoc.

Avevo già lavorato l’alpaca, ma sempre mista a lana e mai pura al 100% per cui è stata una scoperta ed anche questa volta, sarò monotona, una bella sorpresa. Io sono sempre stata del partito che la lana migliore è ben ritorta e non peluccosa, in realtà dopo aver lavorato questa ho dovuto rivedere le mie posizioni.

Unico neo da segnalare è che tende un po’ a sfilacciarsi e se non si fa attenzione si rischia di creare, a lavoro finito, l’effetto “filo tirato” che non è mai carino.

Per chi vuole provare a sperimentare le lane pelosette a mio parere questa è l’ideale, magari consiglierei progetti di piccole dimensioni lavorati con ferri 3-3,5mm. Trovo invece più laborioso, ma questa è solo la mia opinione, utilizzarla per realizzare maglioncini meglio forse un gilet molto leggero ad effetto lace.

Giudizio finale più che positivo.