Finalmente sembra che il freddo abbia deciso di andarsene e, se permettete, era anche ora!
Vogliamo mettere svegliarsi la mattina con un bel sole caldo ed il cielo terso?Io personalmente mi sento anche più felice e con un sacco di voglia di fare un sacco di cose nuove.

L’unico aspetto che trovo diffcoltoso al momento è abbandonare le lane calde. Lascerei volentieri da parte il giubbottone inbottito, ma guai a chi mi toglie lo scialle!

Ecco perché nonostante la voglia di primavera, anche questa settimana vi propongo un filato e un progetto che tutto ricordano tranne che questa stagione. Tenete conto che la sottoscritta sferruzza anche ad agosto perché già pensa ai regali di Natale.. per cui avete capito la gravità del mio caso!

Partiamo con la Grignasco Tyrol, che per me è stata la prima lana degna di questo nome che ho sferruzzato quand’ero ancora in avanscoperta nel misterioso mondo della maglia. Valore affettivo, ma anche valore effettivo, dato che si tratta di un filato piacevolissimo da lavorare, ben ritorto e soprattutto prezioso per la sua composizione.

Se volete realizzare un accessorio per proteggere la vostra gola dagli ultimi freddi e portarvi avanti per il prossimo inverno, potete provare questa lana con un progetto semplice come il Mormor’s Shawl di Emma Fassio.

Giovedì invece Micicuta ci mostrerà la realizzazione delle noccioline. Io nel frattempo starò già stilando la lista dei video a richiesta… oltre ad un piano per rubarle il suo nuovo porta segna punti ^_^’