Anche questo schema è una sorta di virus su Ravelry, è un po’ un must knit per le sferruzzatrici di tutto il mondo.

Devo dire di non aver avuto un impatto felice con questo progetto la prima volta che l’ho realizzato. Anzi ero proprio furiosa, mi ritrovavo sempre con un punto in più o uno in meno del dovuto @_@

Poi l’ho messo da parte, l’ho ripreso e ce l’ho fatta. Non sono soddisfattissima del primo risultato, la mia mano era ancora piuttosto irregolare e lenta. Ma questa seconda prova ha prodotto un risultato decisamente migliore. E ho avuto meno difficltà. Questo perché ho capito che nel mio caso quando lavoro lace non posso fare altro, non posso guardare come faccio di solito le mie serie TV preferite o parlare con qualcuno. La minima distrazione mi è fatale. Devo essere concentrata e ripetermi i punti da eseguire mentalmente mentre li faccio e fermarmi ogni tanto per verificare di aver fatto proprio tutto. Nonostante questo è stato un lavoro piuttosto veloce, complici anche una parte di vacanze di Natale e un prolungamento delle ferie.

Ma che soddisfazione vedere che anche con il bloccaggio lo scialletto (io ho fatto la versione piccola, da usare come sciarpa) ha tenuto la sua forma, e allo stesso tempo il motivo si è aperto mostrando tutta la sua bellezza.

Non sono un amante di pizzi e merletti, ma Ishbel è un giusto compromesso per me. Femminile certamente ma senza essere scadere nell’esagerazione e anche la parte a maglia rasata diciamo che bilancia la situazione.

Per ispirazione data un’occhiata su Rav ai progetti già realizzati e perdetevi nelle mille mila varianti di colori e filati impiegati.

Design originale

  • Ysolda Teague

Filati consigliati

Schema originale